Granfondo 17 -22 maggio: New York come non l’avete mai vista

 
  • 18 gennaio, 2013

La Grande Mela, è proprio vero, non finisce mai di stupire. Era circa il 2011 quando due ragazzi americani di origine europea si inventarono la maratona di New York in bicicletta. Ci avreste mai creduto?  Una granfondo che partiva da sotto i grattacieli di Manhattan e poi penetrava nel cuore nero di Harlem costeggiando il mitico Hudson River. Quella volta le presenze registrate parlavano di duemila atleti provenienti da più di trenta nazioni, di cui trecento solo dall’Italia.

Oggi quella stessa competizione giunge alla sua terza edizione con una partecipazione più che triplicata (previste più di 7000 iscrizioni) e un tragitto leggermente variato che nell’arco di 177 kilometri si snoderà lungo il New Jersey con un dislivello totale di circa 2800 metri per un itinerario che, non prevedendo grandi vette, permetterà la partecipazione anche ad amatori o principianti.

La gara prenderà il via su uno dei ponti più trafficati del mondo, il George Washington Bridge, eccezionalmente chiuso al traffico per regalare percorsi degni di un parco naturale e una vista su Manhattan affascinante e del tutto inedita.

In qualità di tour operator officiale, XPLORE quest’anno vi accompagnerà alla Granfondo New York personalmente. Ben due i gruppi proposti, di cui uno, guidato da due accompagnatori italiani, pensato principalmente per i partecipanti alla gara. L’altro, invece, sarà dedicato a chi non correrà, e sceglierà invece di approfittare dell’occasione per visitare la città fuori dal suo contesto abituale. Niente paura, però: non si tratterà del solito tour guidato. Ognuno potrà decidere infatti se seguire il vario programma di attività proposto da Xplore o se invece fare tesoro dei consigli dello staff e  visitare la città in completa autonomia (con la possibilità, naturalmente, di unirsi al gruppo in qualsiasi momento).

Non siete ancora convinti? Date un’occhiata al programma completo del gruppo Granfondo e di quello alternativo e seguite tutti gli aggiornamenti della pagina-evento su Facebook . Avete tempo fino al 12 febbraio per iscrivervi! Che fate, non venite?

Lascia un commento