Con un dollaro a New York puoi dormire… In cella

 
 
  • 25 luglio, 2014

L’evoluzione estremistica (e anche un filino inquietante) del viaggio lowcost è l’ultima trovata di un artista di New York, Miao Jiaxin (di fianco), che qualche settimana fa ha pubblicato su Airbnb  l’annuncio (poi rimosso) di una stanza a Bushwick, Brooklyn, per un solo dollaro a notte.

Lo scotto da pagare – presumibilmente in nome del sacro fuoco dell’arte – è proprio l’alloggio: un monolocale situato all’ultimo piano di un palazzo (“Con una vista sublime”, rassicura Jiaxin) e trasformato per l’occasione in una cella compresa di letto, wc e lavandino.

Ma non è finita: dalle nove del mattino a mezzogiorno (cioè quando gli ospiti sono obbligati a stare dietro le sbarre) non è possibile usare internet, leggere libri, ascoltare la radio ne’ tantomeno parlare, dormire o fare yoga, mentre un paio di telecamere, ventiquattro ore al giorno, filmano la stanza e i suoi occupanti.

Se prendere parte a voyeurismi di questo tipo non vi spaventa, esiste una pagina Facebook su cui è possibile prenotare, presumibilmente con largo anticipo. Tutti gli altri, invece, inguaribili tradizionalisti, ameranno forse di più i nostri hotel

Una Risposta

Lascia un tuo commento!

  • New York Facile scrive:

    ahahaha! Fantastico! ora guardo subito per quando posso prenotare!!

  • Lascia un commento