American Pin Up in mostra

 
  • 14 aprile, 2015

Il mondo delle pin up fa parte della cultura americana dagli Anni Trenta ai Sessanta e quelle immagini provocanti vengono ora celebrate come opere d’arte e non come semplici illustrazioni, quali erano originariamente per calendari e riviste audaci che volevano allietare l’occhio maschile.

Un critico americano, raccontando quell’epopea iconica, ha detto: “Non posso spendere alcuna parola per difenderla dall’accusa di mercificazione del corpo femminile, non ce ne sono. Ma se negli Anni Cinquanta avessi trascorso tutta la mia giornata incastrato sotto il cofano di un auto, avrei voluto qualcosa di molto bello da vedere appena uscito”.

Louis K. Meisel ha creato negli anni un archivio impressionante di arte pin-up, esposto fino al 2 maggio a New York nella mostra “Great American Pin-Up Returns: The Collection AK”, presso la galleria che porta il suo nome. Le opere erano realizzate con oli, acquerelli e pastelli da artisti ora celebrati come Gil Elvgren, Alberto Vargas e Rolf Armstrong.

Lascia un commento